Entrare in risonanza con il mondo

Frequenze quantiche e Kabbalah

Frequenze quantiche e Kabbalah.
Una delle caratteristiche della pratica Kabbalistica è quella di sviluppare la capacità individuale di comprendere e attivare nuove possibili dimensioni di vita.

Per esempio gli incompiuti con i propri antenati, con gli altri, con il denaro, con i desideri più profondi e con il senso stesso della vita (v. visione profezia). Questa capacità si sviluppa attraverso tecniche che pongono la persona in risonanza con il mondo o con le persone.

Risonanza ?

Possiamo chiamare questa capacità di risonanza con molti termini come “tolleranza“,  “spirito indagatore“, etc. . In qualunque caso, per “entrare in risonanza” occorre andare oltre le interpretazioni intellettuali con cui questi scegliamo questi termini, poichè esse appartengono a quella visione frammentata della realtà che impedisce la “risonanza”.

A tal merito il fisico e co-fondatore della teoria delle stringhe, Michi Kaku, ha detto:

“Se avete una radio nel vostro salotto…..e avete tutte le frequenze nel vostro salotto; BBC, Radio Mosca, ABC, ma la vostra radio è sintonizzata su una frequenza – siete dissociati da tutte le altre frequenze. Siete coerenti (fase d’onda e ampiezza in allineamento; esattamente o in rapporti di numero intero) con una sola frequenza.”

[Questa visione della realtà, si “apre” attraverso l’insegnamento dei Sentieri delle Lettere dell’Alephbeit.]

Frequenze quantiche e Kabbalah

Ora crediamo che l’universo stia vibrando e che ci siano vibrazioni di altri universi proprio in questa stanza. In qualunque luogo ci troviamo, ci sono frequenze vibrazionali del passato e del futuro.

Dove sei in questo momento ci sono le frequenze di alcuni dinosauri di 65 milioni di anni fa cosi come quella del sole che ingoia la terra tra qualche milione di anni. Tutto è vibrazione nel medesimo luogo in cui siamo, solo che noi ci siamo desintonizzati da quelle vibrazioni.

Non siamo più sintonizzati con loro, non vibriamo più sulla loro frequenza…
Quanti universi paralleli potrebbero esistere contemporaneamente nel luogo in cui siamo? Quali di questi mi potrebbe trasmettere l’insegnamento per affrontare la realtà nel modo che desidero?

Probabilmente tutti quelli che immaginiamo e quegli “attimi fuggenti” che balenano nel nostro sentire corporeo (per poi sfuggire in un istante).

Che ci crediamo o meno è una dimensione reale a cui occorre abituarci se desideriamo riconoscere che la teoria quantistica riconosce queste dimensioni parallele come reali.

Chi esprime un tale sentire aperto alla possibilità di “captare” frequenze quantiche nel suo spazio-tempo non viene facilmente accettato da chi non riesce a comprendere in sè l’esistenza di  “mondi” (olam) paralleli presenti nel proprio corpo. Queto accade anche se fisici del calibro di Michi Kaku confermino l’esistenza di più dimensioni che compenetrano nella stessa realtà.

Frequenze quantiche e Kabbalah

La possibilità quindi di cogliere bagliori di luce provenienti da dimensioni diverse da quella che vediamo con gli occhi, dipende solo dalla volontà di ogni singola persona di entrare in risonanza. Percepire frequenze quantiche che vanno oltre i confini percettivi del nostro corpo possiamo considerarlo un momento di immaginazione, un sogno ad occhi aperti, che tuttavia non è. Iniziare un tale processo di conoscenza è qualcosa di vibrante, che apre l’anima ad un piano di coscienza alterato che richiede disciplina per non generare dissociazione percettiva dalla realtà circostante. E’ anche questo parte dell’antico insegnamento della Kabbalah: una risonanza che risveglia la reminiscenza:  la facoltà di “ricevere” risposte immediate da quelle frequenze vibrazionali che giungono da altre dimensioni.

Una scelta. Una scelta individuale. Una scelta solo individuale.

 

========

Con l’Albero della Vita si compiono pratiche con le Lettere che danno inizio al nostro cammino verso la nostra capacità di risonanza con le dimensioni che più ci appartengono.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *