Il lavoro di Chet, testimonianza di Ariel. Viaggio senza tempo e senza spazio.

by Kabbalah Pratica
0 comment
Kabbalah Pratica Lavori in Natura

Il Lavoro di Chet, la testimonianza di Ariel.  Kabbalah Pratica nell’essenza.

Il Lavoro di Chet di Kabbalah Pratica è uno dei passaggi più importanti nella formazione all’utilizzo spirituale delle Lettere. Con piacere pubblichiamo la testimonianza di Ariel che ha partecipato alla pratica di Giugno 2021. Un lavoro arricchito dalla piacevolezza della natura circostante nel solstizio d’estate.
Grazie Ariel!  Shalom, Marco

 

La testimonianza di Ariel.
Il Lavoro di Chet. Un viaggio senza tempo e senza spazio.

Pubblicazione commento integrale, tratto da Il Lavoro di Chet.
di Ariel.   

“Ho iniziato il mio percorso con Kabbalah Pratica otto anni fa, ed ora la lettera Chet si è presentata puntuale all’appuntamento, quasi a voler festeggiare con me un “passaggio” importante.
Da sempre questa lettera mi affascina, e ciò che più mi stimola e incuriosisce è quello che della lettera non si vede, rispetto a ciò che è visibile.  All’occhio appare evidente un incontro della lettera Vav e della Zayin, che insieme, con le loro intelligenze, con i loro corpi, con il loro intento comune, danno forma ad un varco. Ma è lo spazio vuoto tra le due lettere quello che mi incanta come un bimbo lasciandomi a bocca aperta. La forma di quel vuoto mi rimanda ad una candela accesa, ad una figura che si nasconde avvolta in un mantello, ad un cavaliere templare, all’entrata di un luogo sacro, ad un luogo profondo dentro me stessa.
Ed è in proprio in quel luogo che questo seminario mi ha condotta. Con la consueta dolcezza, attraverso i suoni della natura, sotto la guida di Marco, ho raggiunto il centro del mio tempio dalle otto colonne, nel quale la luce proveniente dall’alto mi ha riempita, attraversata, rigenerata e mi ha permesso di vedere come poter muovere la mia realtà.
Sono sempre grata per questi incontri, sono linfa che scorre e alimenta il mio giardino e quindi la mia vita”

Ariel

================

Note su Chet, testimonianza di Ariel. Di Marco Cestari

La testimonianza di Ariel, nella sua forma tersa e ispirata, coglie l’essenza pura di un lavoro complesso, ma che “apre” ad un respiro più grande della vita.  Un viaggio oltre il tempo.

E’ un “fare” cabalistico tra i più belli, capace di curare i “graffi” ricevuti nella vita. Chet ricongiunge l’anima alla matrice dello spazio-tempo, attraverso un utilizzo della luna diverso da quello che supponiamo, ma capace di ricongiungere la coscienza all’anima della nostra vitalità.

  • Il Lavoro di Chet, di Kabbalah Pratica. Uno dei passaggi più importanti nella formazione all’utilizzo spirituale delle Lettere. Leggi articolo “Lavoro di Chet

 

La Chet è associata alla Luna, illumina la notte ed è metafora dell’inconscio. – Daniela Abravanel

 

Desideri informazioni sulle nostre attività? Contattaci!

Condividi:

Related Articles

Lascia un commento