MaynGal – Il cerchio si apre

Mayngal: la Nuova Luna sorgeva nell’Acquario
inaugurava la dimensione da cui sorgono nuovo idee
energia senza fine è destinata al cambiamento.

Con questo auspicio nel 2019 si è dato vita al Mayngal – Il “Cerchio” (מעגל).
E’ il gruppo di lavoro di Kabbalah Pratica che sta alimentando – mese per mese – il proprio cammino esperienziale nella Kabbalah condividendo una serie di tecniche di meditazione e pratiche tradizionali.

La dimensione del Mayngal di Kabbalahpratica

La dimensione del lavoro del Mayngal, è incentrata su più aspetti: il suono, le celebrazioni dei movimenti correlati alla dimensione delle Lettere, le ruote di Abulafia, le tradizioni più “trasversali” e ispirate della Kabbalah medioevale (quelle che hanno aperto le proprie porte al mondo Sufi attraverso Baruk Torgami, Shabbatai Zevi e molti altri) e la ricerca costante e sincretica di tutti quei percorsi e saperi correlati alla Kabbalah nelle sue forme più aperte alla scienza e al sottile.
In sintesi è una dimensione focalizzata sulla bellezza dell’espressione umana.
Una dimensione dove Tipheret diviene punto di riferimento dello studio (e della pratica) di quei sentieri della Sapienza il cui percorso è già di per sè meta nella Kabbalah delle Lettere.

Il percorso del Maynagal di Kabbalahpratica

Il Mayngal si sviluppa ciclicamente con 12 incontri. Gli incontri sono aperti a tutti, in quanto una dimensione espressiva in cui partecipano persone di più livelli di preparazione (pratica) è di stimolo al miglioramento di ogni singolo e comune del gruppo.

Gli incontri sono strutturati per facilitare l’acquisizione-assimilazione-esercizio del “ritmo“, che è anche una delle chiavi fondamentali di alcune tecniche di kabbalah pratica.

L’adesione al MaynGal produce così beneficio interiore a chi partecipa in modo metodico.
L’assimilazione graduale e profonda di elementi essenziali della pratica meditativa consente il contenimento delle tendenze intellettuali e sensoriali orientate a comportamenti egocentrici e che prevaricano il prossimo, favorisce in modo drastico la capacità riflessiva, conduce la coscienza al di là di concettualità teoriche e attiva le più singolari capacità – sensoriali, prichiche, mentali e spirituali – di chi opera con costanza e armonia col gruppo.

Le pratiche che vengono condotte nel Mayngal seguono una programmazione attenta e coerente al calendario luni-solare, ciò per consentire a chi partecipa di affinarsi in modo sincornico e armonioso alla dimensione del “campo” , quindi del tempo e dello spazio di vita nel quale si è immersi.

Il giorno degli incontri previsto è il mercoledi, dalle 18 alle 21,30.
Se desideri informazioni, scrivi o chiama.

===

Incipit per chi accede al Mayngal (מעגל)

… quel che possiamo cogliere sono delle benedizioni … esse ci giungono ogni volta che ci avviciniamo alla Luce con umiltà e compassione, poichè è la stessa Luce della “Fonte” ad emetterle a chi le desidera. Da quella Luce, traiamo l’energia primordiale delle origini, la scintilla-ispirazione che accende in noi il nuovo modo per trasformare la dimensione della realtà che ci appartiene.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *