Tevet il mese del capricorno.

by Kabbalah Pratica
0 comment
Tevet

Tevet Kabbalah Pratica. Il mese del capricorno e le sue corrispondenze.

Tevet il mese del capricorno

Tevet  טבת è un periodo a cavallo tra il mese di dicembre e quello di gennaio.  E’ chiamato “Luna della Purezza“, poichè è il mese in cui ricerchiamo chiarezza forse perchè cade nel periodo in cui i giorni sono più corti e le notti lunghe e tenebrose.

La tradizione indica Tevet quale quarto mese dell’anno mentre la Torah lo indica come il 10° mese. La sua stagione è l’inverno e durante questo mese si celebrano 3 feste: Hanukkah, Chag haBanot, Asara b’Tevet.

Secondo il Sepher Yetzirah in questo mese vanno compiute offerte simboliche di sacrificio verso la ricerca e la luce, motivo per cui si fa uso di candele, per nutrire il suo elemento distintivo, Eish (אֵשׁ) il Fuoco, all’interno di Mayim (מַיִם) l’Acqua.

Durante Tevet si compiono attività creative che possono nutrire una “connessione” personale al “divino”. Per intuizione in alcune tradizioni si compiono addobbi e decori nelle case che stimolano un “sentire puro”.

Tevet nella Kabbalah Pratica. Mettersi in risonanza

Il tratto animico (che mette in risonanza) in questo mese è Sakranut (סקרנות) la Curiosità . Un atteggiamento naturale se adottiamo con Netivah (l’inclinazione  psichica “femminina“) la funzione di Doreshet (דורשת) il “cercatore”. Un approccio aperto e disponibile di chi ama aprirsi e scoprire, che generalmente riconosciamo nel segno astrologico di G’di (גדי) il Capricorno.

L’ animale di riferimento è il “capretto”, motivo per il quale la quarta Lama dei Tarocchi, il Diavolo, ha il volto del capro e contraddistingue, nel numero 4 e nell’immagine, il segno che governa il mese di Tevet.

La Lettera di Tevet è Ayin  ע –  e il senso che stimola è la Rabbia. Questo sentire umano, può evolversi verso una sua connotazione positiva o  negativa, sta a noi la scelta. La tradizione ebraica evoca l’importanza della Tribù di Dan, nel cui nome vi è la chiave che scioglie la rabbia per porci su un piano più positivo e consapevole.

Dan L’Chaf Zechut (דן לכף זכות) “giudicare gli altri favorevolmente”

Tevet, avviare il processo di purificazione

Quando giunge il periodo di Tevet, si tende a “pulire” i vari aspetti della vita, ma è un periodo di vita che ci insegna questo “qui e ora” per imparare a procedere nel cammino di altri qui e ora in ogni periodo dell’anno.

La chiave d’equilibrio del sentire di Tevet è il mese è Tammuz (periodo Giugno-Luglio), governato dalla Immah (אמא) la Madre e da un approccio aperto con noi stessi denominato  B’lev Shalem (בלב שלמ), che significa con tutto il cuore. Una forza potente che fa ruotare la grande ruota del Gilgul, la ruota degli eventi del ciclo della vita.

Desideri saperne di più sulla Kabbalah Pratica ? Scrivici ora.

Condividi:

Related Articles

Lascia un commento